Post in evidenza

Warfare Revolution

Some of the world’s leading robotics and artificial intelligence pioneers are calling on the United Nations to ban the development and us...

mercoledì 15 aprile 2015

LIVING DOLLS 3


Lee Hee Danae, 15 anni, come ha raccontato sui social media, è stata trasformata in una bambola vivente grazie ai nuovi lineamenti ottenuti con la chirurgia plastica. Il perché? Per essere più bella e riconquistare il suo ex fidanzato.




La giovane ha pubblicato una serie di immagini sulla versione cinese di Facebook, Weibo, e ha quasi 320.000 seguaci. 
Secondo List Shanghai, un certo numero di persone che hanno commentato le sue foto, hanno detto che lei è “troppo bella da vedere”. 
La sua data di nascita è maggio 1999. Altri si chiedono, invece, se le foto siano reali o siano state semplicemente modificate digitalmente.
Lee Hee è descritta da alcuni fan come uno “spirito del serpente”, in riferimento a una delle più famose leggende popolari in Cina a causa della sua pelle pallida. 
Un altro sito cinese, cbg.cn, ha segnalato che la giovane potrebbe essersi sottoposta alla chirurgia estetica al fine di riconquistare un vecchio fidanzato.

Lee Hee non è la prima persona balzata agli onori della cronaca per aver apparentemente trasformato il suo aspetto attraverso la chirurgia plastica. Un tal Robert Paulat è diventato una vera e propria bambola Ken dopo essersi sottoposto a 43 procedure chirurgiche.
Bisogna dire che in Cina, ed in altri paesi orientali, la voglia di essere belle e perfette sta diventando una vera e propria ossessione. 
Non rare di certo sono le ragazze più giovani, spesso minorenni, che decidono di sottoporsi ad interventi per alterare i lineamenti del viso e renderli più simili a quelli occidentali, considerati autentico canone di bellezza.


«Negli Stati Uniti c'è una sottocultura estetica che punta all'esagerazione. Non è un caso che moltissimi vip e star di Hollywood, che lavorano grazie al proprio aspetto, siano finiti, negli anni, nell'elenco degli stravolti dai ritocchi» a parlare è il dottor Giulio Basoccu, chirurgo plastico, estetico e ricostruttivo, docente a Tor Vergata e responsabile della Divisione di Chirurgia plastica dell'Ini, Istituto neurotraumatologico italiano che avverte di come il rischio di cadere nella trappola degli interventi estremi sia dietro l’angolo.


Ci sono innanzitutto le vittime del botox spregiudicato, come Renée Zellweger, di recente è apparsa quasi irriconoscibile nelle immagini pubbliche. Per il chirurgo plastico il trattamento c'è stato e ha stravolto le caratteristiche dell'attrice. Altra vittima illustre, che ha ammesso il ricorso alla tossina, è Nicole Kidman, anche se « i danni non sono stati enormi: all'epoca il suo viso era un po' troppo gonfio e statico, ma poi ha ritrovato mobilità» sottolinea il medico. 
Ma attenzione anche alla chirurgia. «Se il botulino non può sostituire il bisturi, anche perché le indicazioni sono molto diverse, entrambi possono far danni» avverte Basoccu che, senza mezzi termini, boccia due celebri attrici: «Meg Ryan purtroppo ha esagerato con il bisturi modificando caratteristiche tipiche della sua bellezza sbarazzina. Ma anche Melanie Griffith, intervenuta pesantemente sul suo viso con l'effetto di aggiungere anni, piuttosto che toglierne qualcuno».


E non si salva neppure Demi Moore: «In questo caso il problema non è nell'aspetto attuale dell'attrice, che appare congelato nel tempo, quanto proprio nella non accettazione della propria età. Voler apparire una ventenne quando ormai si hanno anche 30 anni in più è sbagliato e pericoloso. Anche perché in questi casi il rischio è quello di ritrovarsi ad essere la maschera di se stessi, come accade di questi tempi anche a molti attori maschi» sottolinea il chirurgo. 


A chi si riferisce in particolare? Stallone, Ron Moss e Michey Rourke: « I lineamenti sono stravolti, e il confronto con le immagini di qualche anno fa è impietoso» aggiunge.
Resta qualche buon esempio? «Jane Fonda, che sicuramente cura il proprio aspetto e ricorre alla medicina e alla chirurgia estetica, ma in modo attento e delicato, con grazia. Rinfrescando la propria bellezza senza stravolgerla e soprattutto senza l'obiettivo di cancellare interi decenni dal proprio volto» spiega Basoccu.


In Italia il medico non condivide gli eccessi di Nina Moric, mentre promuove Sabrina Ferilli.

Vip USA stravolti dai ritocchi  14-04-2015

EL PIBE DE BOTOX  7 MARZO 2015

LIVING DOLLS 2

LIVING DOLLS

Posta un commento
Share/Save/Bookmark
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ratings by outbrain

PostRank