Post in evidenza

Robot Apocalypse

Professor Stephen Hawking has pleaded with world leaders to keep technology under control before it destroys humanity.

martedì 19 gennaio 2016

Security Robot

Sono grossi e a forma d’uovo e assomigliano più a R2D2 di Star Wars che a Robocop, ma sono i primi droidi da sorveglianza in servizio nelle più grandi aziende tecnologiche della Silicon Valley



Chi si trovasse a passare nei dintorni di Palo Alto, uno dei centri della Silicon Valley statunitense, potrebbe vederli e non capire se si tratta della realtà o di uno scherzo. Enormi pezzi di metallo, a forma di uovo, alti un metro e mezzo per 150 chili che si aggirano per le strade californiane: sono questi i primi esemplari di robot poliziotto, disposti a guardia degli uffici delle maggiori aziende tecnologiche del pianeta. Assomigliano più al robottino R2D2 di Star Wars che a Robocop, ma i K5, l’ultimo prodotto della startup californiana Knightscope, sono nati proprio per monitorare e pattugliare le strade con un elevatissimo bagaglio tecnico capace di sostituire (un giorno) la presenza dei vigilanti umani. In questo momento lo stadio di avanzamento è ancora primordiale ma possono essere considerati già ottimi radar di controllo per mantenere sicura un’area pubblica.

Hanno sensori a 360 gradi, visore notturno, misuratori di temperatura, pressione e livello di CO2, Gps, sistema riconoscimento delle targhe e analisi predittiva
I “robocop” sono dotati anche di un sistema di rilevamento audio che invia un allarme nel caso in cui il computer rilevi ad esempio la rottura di un vetro. Il centro di comando, che controlla il robot da remoto, può avere immagini ad alta definizione in tempo reale con telecamere a infrarossi e un microfono per poter comunicare con l’esterno, in modo tale da poter interagire con i ladri o con chi dovesse attaccare il droide e avere così tutti gli strumenti a disposizione per cercare di reagire nella maniera più congura possibile.
 Il robot non può fermare un ladro ma può registrare tutte le informazioni possibili per rendere più facile la sua identificazione e la sua cattura. Più che un poliziotto vero e proprio, questo robot deve vigilare e fare da deterrente per i criminali.
Nel corso dell’ultimo anno la diffusione dei robot si è moltiplicata a tal punto che la società ha deciso di concederli in affitto a 6,25 dollari l’ora – meno del salario medio di un vigilante – per assicurare una maggiore protezione. Per quest’idea l’azienda dell’amministratore delegato Stacey Dean Stephens, ha raccolto 12 milioni di dollari tra i finanziatori statunitensi per potenziarla e farla diventare il prossimo grande passo nello sviluppo tecnologico del paese.

Knightscope K5, i robot poliziotto che sorvegliano la Silicon Valley Luca Pierattini 18.1.16

Nadine, il robot umano 1 GENNAIO 2016

Posta un commento
Share/Save/Bookmark
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ratings by outbrain

PostRank