Post in evidenza

Robot Apocalypse

Professor Stephen Hawking has pleaded with world leaders to keep technology under control before it destroys humanity.

lunedì 30 gennaio 2017

First human-pig 'chimera' embryo grown in lab

Scientists have grown a hybrid species which has human and pig DNA by injecting human stem cells into the embryo of a pig.
The so-called chimera embryo has been hailed as a breakthrough that could overcome the problem of organ shortages.
But some experts say the development raises huge ethical issues, especially if any of the cells produced were from the brain or reproductive organs.
An American team started by trying to forge an embryo that combined rats and mice to see if stem cells could be turned into replacement organs.
They went on to make a human-cow embryo but decided to use pigs in follow-up procedures as they were easier and cheaper to use, according to The Scientist website.
The team implanted the resulting embryos back into pigs and found some had grown and now had human cells.
Many of them, however, ended up underdeveloped.
According to the team from the Salk Institute of Biological Studies, the success was limited because humans and pigs are not closely related and have widely differing gestation periods.
Jun Wu, a staff scientist at the Salk Institute, told The Scientist: "One of the reasons might be the timing.
"You can imagine if you're driving your car and enter into a highway [that] is filled with pig embryonic cells, which are going three times faster than you... you have to adjust your speed and timing perfectly so you don't cause any accidents."
Despite the failures, some of the human stem cells turned into muscle cells and the beginnings of some organs including the pancreas and liver.
The team intend to continue finessing their technique and were buoyed by the success of another study, in Japan, this week which successfully implanted a mouse pancreas, generated in a rat, back into a mouse.
That organ, Nature reported, remained healthy for more than a year and helped treat a mouse with diabetes.
Juan Carlos Izpisua Belmonte, the leader of the Salk study, said the risk that chimera brain cells or reproductive organ cells would be created would be minimal as they have ways to prevent it happening in the laboratory.

Philip Whiteside 26 January 2017


PER la prima volta in laboratorio è stato sviluppato un embrione che è parte maiale e parte umano. L'esperimento, pubblicato sulla rivista scientifica Cell, è stato portato a termine da un team di scienziati americani del Salk Institute of Biological Studies (California) ed è destinato a far discutere. La ricerca ha comportato l'iniezione di cellule staminali umane nell'embrione di un maiale, poi impiantato nell'utero di una scrofa per permettendogli di crescere. Dopo quattro settimane, le cellule staminali si erano sviluppate nei precursori di vari tipi di tessuti, inclusi cuore, fegato e neuroni, e una piccola parte del maiale in sviluppo era composta da cellule umane.


Si tratta di un passo significativo verso la creazione di organi per trapianti. I ricercatori, tuttavia, sarebbero giunti a uno stadio assolutamente iniziale e avrebbero incontrato difficoltà molto maggiori di quanto previsto. "E' un importante primo passo", ha detto il responsabile del team Juan Carlos Izpisua Belmonte e ha aggiunto: "L'obiettivo finale è di creare tessuti funzionanti e trapiantabili, ma siamo ancora molto lontani da tutto ciò".

La possibilità di creare organismi misti uomo-animale è da tempo al centro di dispute etiche. Uno dei dirigenti del Salk Institute, Jun Wu, ha detto che nell'esperimento il livello del contributo di cellule umane è stato "basso" e non include cellule cerebrali.

Dal 2015 i National Institutes of Health hanno stabilito una moratoria sul finanziamento della maggior parte degli studi su chimere uomo-animale. La ricerca del Salk Institute è stata realizzata senza finanziamenti federali e punta a salvare le vite di chi muore in attesa di un intervento. Gli organi sviluppati su una piastra di Petri non sono identici a quelli cresciuti in esseri viventi, dicono i ricercatori. "Ecco il razionale di questo tipo di esperimento - spiega ancora Belmonte - E se lasciamo che la natura faccia il lavoro per noi? Che cosa succede se mettiamo cellule umane all'interno dell'embrione e l'embrione sa cosa farci?".

Lo studio è il risultato di quattro anni di lavoro su qualcosa come 1.500 embrioni di maiale. Si tratta di animali ideali per le ricerche sulle chimere, dice il coautore Pablo Ross dell'University of California a Davis. I loro organi hanno dimensioni analoghe a quelli umani, ma si sviluppano più in fretta. I ricercatori hanno usato vari tipi di staminali per i loro esperimenti. La strada è ancora lunga, ma per i ricercatori questo approccio non è più fantascienza: sta diventando realtà.


Usa, creato il primo embrione chimera uomo-maiale 27 gennaio 2017


CRISPR gene-editing tested in a person for the first time 18 NOVEMBRE 2016


Brave New World: Britain approved the creation of genetically-modified children 4 FEBBRAIO 2015


Ethics of Genetic Editing 16 DICEMBRE 2015


REGENESIS: THE REINVENTION OF NATURE 6 MARZO 2015


Synthetic Human Genome 15 MAGGIO 2016


MIT engineers human cells to store ‘memories’ in DNA 1 SETTEMBRE 2016


Designer Bacteria 11 LUGLIO 2015


Cyborg Sperm 19 GENNAIO 2016


Nano Radical Life Extension 3 SETTEMBRE 2016

Protecting mankind from intelligent machines 13 GENNAIO 2015 
La Superintelligenza minaccia il genere umano 3 DICEMBRE 2014 

WESTWORLD The Future of AI 6 NOVEMBRE 2016


Ti piace?
Posta un commento
Share/Save/Bookmark
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ratings by outbrain

PostRank